Viva Vittoria, questo il nome del progetto, che a Verona avrà il sottotitolo “La coperta per Giulietta”, è un’iniziativa insieme semplice e complessa.
La parte estetica del progetto prevede l’esecuzione di almeno 10.000 quadrati di maglia (lana, cotone o altri filati) lavorati ai ferri o all’uncinetto.
Viva Vittoria coinvolgerà tutti i partecipanti in un’opera d’arte relazionale dall’autorialità condivisa dove l’arte diventa propedeutica all’immaginare nuove possibilità di vita e un diverso atteggiamento nel nostro vivere sociale. Oggi, in questo mondo interamente conosciuto e connesso, assistiamo quotidianamente alla violenza sulle donne. Possiamo decidere di non essere più spettatori di un mondo a tratti terrificante, ma costruttori di una diversa possibilità. Viva Vittoria è una proposta di presa di coscienza.

Ogni coautrice che partecipa all’opera può utilizzare materiali e colori a scelta e contemporaneamente farsi una domanda: “Chi decide della mia vita?”.  E’ una domanda che aiuta a giungere alla presa di coscienza, che sia questa l’origine del cambiamento. Ciascuna deve attingere al proprio “valere” e renderlo visibile, perché ciascun essere umano ha un valore che non deve essere riconosciuto da altri, ma che si ha dall’origine con la vita.
Quindi ciascuno decide della propria vita, anche se in troppi casi ancora non lo si sa. Da qui l’esigenza di un cambiamento iniziando da ogni singola persona, ma in un fare condiviso che produca una trasformazione nella vita di ognuno per costruire insieme una nuova visione.

Ogni persona, che desidera partecipare come co-autrice al progetto, può realizzare il proprio quadrato, nelle dimensioni 50x50cm, e aggiungere la propria firma in qualsiasi forma o modo. I quadrati saranno cuciti con un filo rosso, espressione dell’arte come possibilità di relazione, a formare piccole opere da 100×100 che, affiancate le une alle altre, ricopriranno una piazza individuata a Verona.

L’installazione verrà allestita il prossimo 8 marzo. Nello stesso giorno, si procederà alla vendita delle singole opere. L’intero ricavato sarà devoluto alla Casa di Petra, una casa di accoglienza per donne maltrattate e i loro bambini, affinché possano avviare un percorso di autosufficienza.

 

Ulteriori informazioni:

http://www.comune.verona.it/nqcontent.cfm?a_id=53936

http://www.vivavittoria.it/p/home.html

 

 

I quadrati che ho donato al progetto

“La coperta per Giulietta – Viva Vittoria” Verona. Un ‘opera d’arte, di relazione e di solidarietà per dire, in questo 8 marzo, NO alla violenza sulle donne.

 

 

 

In Piazza Bra per l’8 marzo – La Coperta per Giulietta

 

Annunci